Incontra Romano, un discendente di Benito Mussolini che viene accolto dagli Ultras laziali filofascisti

Romano Floriani Mussolini è stato selezionato in una lista di 23 giocatori per la Lazio nella partita della squadra contro l’Hellas Verona di domenica. Come previsto, il suo titolo ha attirato più attenzione della schiacciante vittoria per 4-1 della Lazio.

Sì, il diciottenne Romano è imparentato con il dittatore fascista italiano Benito Mussolini. È suo nipote, il terzo figlio di Alessandra Mussolini, nipote del Primo Ministro italiano dal 1922 al 1943.

Alessandra è un’ex eurodeputata di Forza Italia.

Romano, il terzino destro, ha firmato il suo primo contratto da professionista con il club a marzo, e prima ancora ha fatto parte dell’Under 19 della Lazio.

Ha superato il sistema dopo aver giocato nelle squadre Under 17 e Under 18 della Lazio fino a quando non è arrivato in prima squadra questa settimana, sotto la guida di Maurizio Sarri.

“Qui alla Lazio vengo giudicato solo per come gioco e non perché il mio cognome è Mussolini”, ha detto Romano al quotidiano. Profeta a febbraio.

Nato nel marzo 2003, quest’anno ha completato la sua formazione presso la St. George’s British International School di Roma, accanto al Lazio Training Ground.

Mauro Bianchesi, allenatore delle giovanili della Lazio, ha dichiarato: guardiano Romano è un calciatore umile ma promettente.

“Un soprannome stressante? Non ho mai parlato con i suoi genitori, l’unica cosa che conta è se un giocatore vale la pena giocare. Nient’altro”.

Sarri ha scelto Romano nella rosa dei convocati per l’assenza dei protagonisti Acerbi e Luiz Felipe. Romano non ha giocato, ma potrebbe essere solo questione di tempo prima che lo faccia. Ma l’associazione del club con i sostenitori del fascismo è troppo forte per essere ignorata.

CALCIO-EUROPA-LAZ-OLM / REPORTTifosi laziali all’interno dello stadio durante la partita contro l’Olympique de Marseille in European League | Reuters

Lazio e fascismo

READ  30 besten Pen Drive 256 Gb Usb 3.0 getestet und qualifiziert

La Lazio ha una lunga storia di momenti razzisti, xenofobi e fascisti ed è nota per essere un focolaio per gli appassionati di calcio di estrema destra. Sono gli Ultras della Lazio.

Gli ultras hanno ancora alzato striscioni durante le partite, mostrando il loro orgoglio per il movimento fascista. Hanno accolto con favore la promozione di Romano in prima squadra proprio per il suo titolo.

Nel calcio italiano, i tifosi della Lazio sono spesso noti per essere violenti, esibendo simboli con la svastica e urlando insulti razziali nei confronti dei giocatori di colore.

Nel 1998, durante una partita contro i rivali dell’AS Roma, hanno esposto dal podio un grande striscione con la scritta “Auschwitz è casa tua. I forni sono casa tua”.

Si dice che i tifosi di estrema destra della Lazio provengano dai sobborghi e dalle aree rurali di Roma, in contrasto con i tifosi della Roma urbani e in gran parte di sinistra.

Nel 2017, gli ultras della Lazio hanno disseminato gli spalti del Club Roma con le foto di Anne Frank – una nota vittima dell’Olocausto – che indossava le foto della maglia della Roma.

E non solo i tifosi.

La leggenda del club Paulo Di Canio, un attaccante prolifico, ha lanciato il saluto fascista ai tifosi della Lazio nel 2005, dopo il derby di Roma, scatenando una folla chiassosa.

Di Canio è stato squalificato dal gioco per il suo gesto e ha detto dopo la partita: “Sono un fascista, non un razzista”. Da allora ha detto di aver citato male. Di Canio era un sostenitore impenitente dell’estrema destra.

READ  Adeyemi, Vlahovic, De Jong & Co - questo è lo stato delle attuali voci sul trasferimento del Bayern.

Fino a questa settimana c’è stato un incidente che ha messo in cattiva luce il club.

Il falco della squadra Juan Bernabe, responsabile della famosa mascotte dell’aquila del club, è stato fotografato prima del calcio d’inizio, mentre faceva il tifo per Benito Mussolini e offriva il saluto.

Il Burnaby Stadium è stato immediatamente sospeso dopo aver fatto arrabbiare la comunità ebraica italiana.

Sebbene la dirigenza del club abbia fatto del suo meglio nel corso dei decenni per prendere le distanze dal sostegno fascista, non ha colpito i suoi ultras.

Difficile dire se il coinvolgimento di Romano con il club abbia qualcosa a che fare con il tifo per l’estrema destra, ma la sua ascesa in prima squadra ha deliziato i suoi ultras, desiderosi di vedere il titolo sulla maglia della Lazio.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

SUPERDRAGONBALLHEROES.IT È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
SuperDragonBallHeroes.it
Logo
Enable registration in settings - general